Robe da Mutuo Soccorso VI

… gettoni, medaglie e spille…

post-703-0-70153600-1420666395_thumbSocietà di Mutuo Soccorso Operai e Contadini – Pieve del Cairo – gettone per 1 ballo, 5 centesimi

alessandria_lamonetaSocietà di Mutuo Soccorso Artisti ed Operai – Alessandria – al Conte Alfonso Mathis

casale-mto_lamonetaSocietà Generale di Mutuo Soccorso  – Casale Monferrato – 120 anni

casale-mto_lamoneta2Società Generale di Mutuo Soccorso – Casale Monferrato – a Umberto Calligaris

piemonte-chirurghi_lamonetaSocietà Mutua di Soccorso dei Medici-Chirurghi del Piemonte 100 anni

post-703-0-99144100-1427545421Le Società di Mutuo Soccorso del Piemonte in occasione delle nozze di Umberto I e Margherita di Savoia

  • Daniele Massazza

Rendiconto delle attività

In chiusura d’anno, prima di pubblicare il Rendiconto economico che sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea dei Soci, facciamo il punto sulle attività che SOMS Insieme ha portato avanti nel 2016.

  • 29 Aprile
    – Le Società di Mutuo Soccorso di Carbonara Scrivia, Carezzano, Sarezzano e Vho trasformano SOMS Insieme in un’Associazione.
  • Maggio
    – “SOMS Insieme” visita Expo Sanità a Bologna.
    – Parte l’aggiornamento alla rete convenzioni che fa capo alla Carta Servizi “SOMS Insieme”: tra le prime adesioni l’IRCCS Humanitas di Rozzano ed i primi centri di estetica oncologica in Piemonte certificati APEO.
  • Giugno
    – Viene organizzata una giornata di prevenzione cardiologica presso il centro convenzionato MedicArt di Tortona.
    – La SMS di Carezzano organizza una giornata di prevenzione con visite ortopediche dedicate ai soci di tutte le SMS aderenti a “SOMS Insieme”.
    – Viene avviata una serie di collaborazioni con enti religiosi, cooperative sociali, Onlus, ecc., per garantire ai soci delle SMS aderenti a “SOMS Insieme” la possibilità di trovare alloggi a prezzi controllati in caso di trasferte sanitarie negli ospedali di Genova e Milano: tra le numerose adesioni segnalano quelle della LILT di Genova e della cooperativa sociale milanese “I sei petali”.
  • Luglio
    – “SOMS Insieme” è invitata a partecipare alla presentazione dei risultati della prima indagine sulle Società di Mutuo Soccorso in Italia realizzata dall’Osservatorio Isnet e tenutasi a Roma, presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati.
    – La SMS di Vho organizza la IV edizione di Vho in Arte a cui “SOMS Insieme” partecipa curando una micromostra dal titolo SOMS In…mutande
  • Settembre
    – Arrivano alla sede di “SOMS Insieme” gli ausili e i dispositivi acquistati per avviare il servizio di prestito d’uso gratuito dedicato a tutti i soci delle SMS aderenti e ai loro familiari.
    – “SOMS Insieme” organizza “2016: le piccole Società e il Mutuo Soccorso”, incontro/confronto aperto a tutte le Società di Mutuo Soccorso
    per capire, raccontare e raccogliere idee su come affrontare le problematiche del fare Mutuo Soccorso oggi. Considerato il numero di partecipanti, si tratta dell’unica delusione di questo 2016.
  • Ottobre
    – “SOMS Insieme” e le SMS di Carbonara, Carezzano, Sarezzano e Vho, con la collaborazione delle biblioteche di Garbagna e di Trino V.se e la partecipazione della “Degusteria Forlino”, organizzano Ti regalo un libro“, giornata a favore della diffusione della lettura e del libro.
  • Novembre
    – Su somsinsieme.org viene pubblicato il post numero 170, i visitatori superano quota 2500 e i contatti vanno oltre i 6000… e non si parla di musica e moda;
    – Su somsinsieme.org sono a disposizione dei soci delle SMS aderenti a “SOMS Insieme” per il dowload gratuito:
    21 video didattici dedicati all’assistenza domiciliare e alle emergenze;
    più di 60 tra linee guida, manuali ed opuscoli riguardanti argomenti medici e socio-sanitari;
    una decina di moduli e prestampati;
    28 audiolibri;
    i link ad 8 servizi internet e a 7 applicazioni per smartphone di argomento socio-sanitario;
    4 moduli di contatto con esperti.
    – Su somsinsieme.org è disponibile per le SMS aderenti una raccolta di oltre 20 link per il dowload di leggi, moduli, linee guida, raccomandazioni.
  • Dicembre
    – Con la collaborazione della Croce Rossa di Tortona, viene progettata una serie di incontri da tenersi nelle singole Società sulle manovre salvavita pediatriche. Il ciclo partira da Vho sabato, 21 gennaio, alle 15,00.
    – “Ti regalo un libro” viene replicata a Vho la sera di Natale.
    – “SOMS Insieme” aderisce ad AISMS.
    – Si chiude il progetto convenzioni e collaborazioni per la Carta servizi “SOMS Insieme” 2017: a disposizione dei soci delle SMS aderenti sono 30 soggetti convenzionati (per un totale di 24 centri di diagnosi e cura e 7 fornitori di prodotti, ausili e dispositivi medici) e 8 collaborazioni attive per l’accoglienza e ricerca alloggi su Milano e Genova.

… e a questo punto non resta che Augurare a tutti, ma proprio a tutti, tutti, tutti, un 2017 pieno di serenità e di soddisfazioni.

Un Augurio particolare alle Società di Mutuo Soccorso di Carbonara, Carezzano, Sarezzano e Vho: BUON 2017!!!!

  • Daniele

Canone TV: il rimborso

Vi siete trovati la prima parte del canone TV addebitato sulla bolletta della luce e ritenete di non doverlo pagare? La vostra dichiarazione sostitutiva non è arrivata a destinazione e 70,00 € hanno preso il volo?
Duee sono le vie per chiedere il rimborso.
Sui siti dell’Agenzia delle Entrate e della Rai sono stati resi disponibili il modello e le relative istruzioni per la compilazione (approvati con il provvedimento del 2 agosto 2016) che i contribuenti dovranno utilizzare per presentare l’istanza di rimborso del canone Tv, per uso privato, non dovuto e tuttavia addebitato nelle fatture emesse dalla imprese fornitrici di energia elettrica.
L’intestatario della bolletta o i suoi eredi potranno spedire l’istanza in formato cartaceo con raccomandata, tramite servizio postale, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Direzione provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. In allegato dovrà essere spedito anche un documento di riconoscimento e per la data farà fede il timbro postale.
In alternativa potrà essere utilizzata la specifica applicazione web attiva, dal prossimo 15 settembre, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i servizi telematici Entratel o Fisconline. Per la presentazione farà fede la data della ricevuta telematica trasmessa dal sistema che attesta la correttezza dell’operazione.
Nel caso in cui, per l’inoltro telematico, si preferisca rivolgersi ad un intermediario, questi dovrà utilizzare la stessa piattaforma informatica. Il delegato dovrà consegnare al contribuente la ricevuta dell’Agenzia che attesta la corretta trasmissione dell’istanza e conservare l’originale del modello firmato dal richiedente, la copia del documento di identità di quest’ultimo e la delega ricevuta. Tali documenti dovranno essere conservati e resi disponibili su richiesta dell’Agenzia delle Entrate per un periodo di dieci anni.
Nel modello dovranno essere indicate le ragioni del rimborso ed il provvedimento assegna a ogni specifica causale un suo codice numerico:

  • “1”  per la situazione in cui il richiedente o un suo familiare sono esenti dal canone per età e reddito ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva;
  • “2” per gli esenti in base a convenzioni internazionali, che hanno presentato l’apposita dichiarazione sostitutiva;
  • “3” per i casi in cui il richiedente o un suo familiare hanno pagato il canone addebitato in bolletta anche con altre modalità (ad esempio, con addebito sulla pensione);
  • “4” nel caso in cui il canone sia stato pagato anche su un’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia (in questo caso, l’istanza vale anche come dichiarazione sostitutiva necessaria per richiedere l’esenzione);
  • “5” per il richiedente che ha presentato la dichiarazione sostitutiva con la quale si attesta che né lui né i suoi familiari sono in possesso di apparecchi Tv;
  • “6” per tutti i casi divrsi dai precedenti.

Dopo la verifica dei presupposti, l’Agenzia delle Entrate dà il via libera all’impresa per l’effettuazione del rimborso. La somma tornerà al contribuente con la prima bolletta utile oppure anche con altre modalità: la condizione è che l’operazione si concluda entro 45 giorni dalla data in cui l’impresa ha ricevuto le informazioni utili all’effettuazione del rimborso; se ciò non dovesse avvenire, sarà lo stesso sportello Sat di Torino a disporre il rimborso.

Castellazzo Bormida – La prevenzione fa il bis

Riceviamo dalla Fondazione Mutuo Soccorso la segnalazione di questa importante manifestazione che si terrà a Castellazzo Bormida i primi di settembre: prevenzione, sport … e anche il menù sembra di tutto rispetto. A quanto pare non ci sono scuse!
dpliant3-coorddepliant2-coord