Paga, pulisci, paga, sanifica, paga, controlla, paga …

In questi giorni di pseudo rientro alla normalità, mentre ancora non abbiamo avuto modo di riprenderci dall’estenuante caccia agli irraggiungibili Dispositivi di Protezione Individuale a cui siamo stati costretti, ecco arrivare una nuova martellante offensiva: dopo le bottigliette di gel proposte a prezzi che nemmeno il Brunello di Montalcino, dopo  le mascherine vendute a prezzi che neanche fossero firmate Hermès, dopo i guanti in nitrile divenuti più rari del Gronchi rosa, è giunto finalmente il momento dei grandi sanificatori ambientali.

Le proposte che ci arrivano in questi giorni sono le più disparate: alcune serie, certificate, a prezzi degni di questo nome; altre ridicole, improvvisate, a costi così indecenti che farebbero arrossire anche l’inventore della borsa nera.

Districarsi in questo caos tra tecnici competenti e venditori con il sogno dei soldini facili a qualunque costo, non è facile. Noi ci abbiamo provato: non essendo, come si dice, del mestiere, pur facendoci una nostra opinione, non ci sentiamo nella posizione di fornire indicazioni tecniche o raccomandazioni. Una cosa, però, possiamo farla: girarvi la documentazione che ci è sembrata più utile e/o attendibile, limitando il più possibile le indicazioni di prodotti, strumenti, aziende o marchi.

Prima, però, alcune considerazioni cercando di usare quel poco di buon senso che saltuariamente ci contraddistingue:

  • considerato che, al momento, la situazione si contraddistingue per una evidente mancanza di chiarezza, soprattutto per quanto riguarda tutto ciò che gira intorno al Terzo Settore e, in particolare, alle Società di Mutuo Soccorso, davvero avete tutta questa necessità e questa fretta di aprire le vostre sedi?
  • considerati quali e quanti possono essere ancora i rischi (sanitari, amministrativi, legali…), ancora, davvero avete tutta questa necessità di aprire le vostre sedi?

Se la risposta è si, allora:

    • ATTENZIONE: in questi casi, il fai da te può rappresentare una grossa tentazione e, spesso, si trasforma in una grande fonte di problemi. Come si dice anche da queste parti: Ofelè fa el to mesté!
    • ACHTUNG!!! Il disinfettante perfetto, la macchina infallibile, la procedura miracolosa NON ESISTONO!!! Altrimenti il virus mica faceva tutto ‘sto troiaio…;
    • studiatevi BENE la situazione sotto OGNI punto di vista, magari facendovi aiutare dai vostri consulenti;
    • nel limite del possibile NON affrontate alcun acquisto di beni e/o servizi da soli. Oggi, chi vende ha il coltello dalla parte del manico e ne approfitta fino in fondo: meglio fare squadra con altre S.O.M.S., associazioni o enti della vostra zona, parrocchie comprese. Insomma, ricordate che con 24 agnolotti si fa un piatto ma con 240 se ne fanno dodici …;
    • consultate SEMPRE almeno tre aziende diverse;
    • ogni preventivo/offerta di beni e/o servizi deve essere accompagnato da autorizzazioni ad operare, dichiarazioni di conformità dei prodotti, indicazione delle garanzie, certificazioni d’idoneità, istruzioni d’uso in lingua ITALIANA, indicazioni dei centri di assistenza;
    • controllate TUTTO fino alla noia: preventivi, permessi, autorizzazioni, certificazioni, garanzie, etichette e documenti: le parole volano e i depliant sono solo pubblicità… e poi non servono per ottenere eventuali bonus o rimborsi;
    • se decidete di rivolgervi ad un’impresa, pretendete SEMPRE un’attestato o una certificazione di quanto è stato fatto e con che risultati;
    • prima di pagare, pensate dieci volte se tutto è in regola; poi, pensate dieci volte se vi siete dimenticati qualcosa; quindi, girate il tutto al vostro commercialista; infine, riunite il direttivo e deliberate il pagamento … magari con bonifico a 30 giorni. Così facendo sarete comunque dei pagatori migliori di qualsiasi ente pubblico italiano;
    • ad ogni acquisto DEVE CORRISPONDERE una FATTURA … e chiedete la copia di cortesia;
    • in ultimo, ricordate che, anche in tempi di coronavirus, sono loro che devono vendere per mangiare… noi possiamo sempre scegliere un altro venditore o aspettare.

    ESEMPI DI CERTIFICAZIONE

    DOWNLOAD




  • – Daniele

Benvenuta Castellar Ponzano!!!

Quando si dice “Chi ben riparte …”

SOMS Insieme e tutte le Società di Mutuo Soccorso aderenti danno il benvenuto alla Società Di Mutuo Soccorso tra gli Operai, Contadini e Coltivatori diretti di Castellar Ponzano
che oggi, a tutti gli effetti, è entrata a far parte del nostro gruppo.

Daniele

Mascherine, Jiangyin e Comune di Tortona

In questi giorni, nelle frazioni sono arrivate le mascherine che la città cinese di Jiangyin ha donato al Comune di Tortona.

Anche se in paesi così piccoli non ci sono farmacie che possano occuparsi della distribuzione, grazie alla disponibilità dei volontari delle locali Società di Mutuo Soccorso e delle Pro Loco, il problema è stato brillantemente risolto. In alcune frazioni, la distribuzione andrà avanti anche domani e tutti gli abitanti avranno la loro mascherina lavabile.

Se qualcuno dovesse essere rimasto escluso dalla distribuzione, magari semplicemente perchè era fuori casa per fare la spesa, può dunque rivolgersi ai responsabili della SOMS o della Pro Loco della propria frazione.

Per una volta ci permettiamo di scrivere a nome anche di chi non fa parte di SOMS Insieme ma siamo sicuri che tutti i frazionisti saranno d’accordo con noi nel ringraziare sentitamente:

  • la città di Jiangyin per il senso di solidarietà dimostrato;
  • il comune di Tortona (e, in particolare, Fabio Morreale) per l’attenzione e la sollecitudine con cui questa volta le frazioni sono state servite;
  • i volontari delle Società di Mutuo Soccorso e delle Pro Loco delle singole frazioni per il loro tempo e la disponibilità dimostrata.

Soms Insieme

Covid-19: SOMS e kit di protezione

Come è ormai noto a molti anche al di fuori dei nostri sodalizi, le Società di Mutuo Soccorso che aderiscono a SOMS Insieme offrono ai propri associati tutta una serie di servizi mirati soprattutto al supporto in caso di malattia ed infortunio: si va dalle convenzioni con strutture di tipo ospedaliero ed ambulatoriale alla ricerca di strutture di alloggio ed accoglienza per le trasferte dovute a motivi di salute, al prestito gratuito di ausili e dispositivi medici.

Purtroppo, un’ASSURDA modifica legislativa risalente al 2012 ha molto limitato l’attività delle Società di Mutuo Soccorso nel campo della prevenzione vera e propria. Queste, infatti, possono intervenire a favore dei propri soci in caso di malattia o di infortunio ma poco possono fare per impedire che uno di loro si ammali o si infortuni: ampia possibilità di manovra per sostenere i soci durante le fasi della diagnostica, della terapia o della riabilitazione, possibilità sostanzialmente azzerate per il sostegno nelle attività di prevenzione.

In realtà, qualcosa di buono le SOMS riescono comunque a fare e ciò è dimostrato dalle numerose giornate dedicate alle visite cardiologiche, dermatologiche, oftalmiche, offerte gratuitamente ai propri soci e non solo. A ben guardare la normativa di cui sopra, però, si tratta di attività che da sole non basterebbero a qualificare una Società come una Mutuo Soccorso. Tanto per fare un esempio legato ai giorni nostri, se una SOMS potesse distribuire ai propri soci mascherine FFP3 e disinfettanti in quantità, dovrebbe farlo per promuovere il mutualismo come valore sociale e non per offrire ai propri associati uno strumento di prevenzione e questa, comunque, non sarebbe considerata un’attività qualificante… Geniale, vero?

Per fortuna, in quasi due secoli di storia, le SOMS hanno imparato che il sostegno offerto alle persone, a volte anche quello psicologico, spesso, conta di più della rigorosa applicazione di un articolo di legge. Così, mentre SOMS Insieme ha fornito a tutti i Centri di Prestito Ausili e Dispositivi Medici una dotazione di kit per la protezione individuale, le Società di Mutuo Soccorso di Carezzano, Vhò e Viguzzolo hanno deciso di distribuire, a proprie spese, un identico kit ai loro associati.

Si tratta di kit composti da composti da cuffia, mascherina, camice e calzari, tutti rigorosamente monouso, che, come ben spiega la lettera del presidente de “La Fraterna” di Viguzzolo, NON SONO ADATTI ad assistere un paziente affetto da Covid-19, nè a garantire la propria protezione diretta ma che possono comunque essere utilizzati a scopo precauzionale.

Ricordate, però, che la migliore prevenzione, in questi giorni, la si fa seguendo alla lettera le raccomandazioni fornite dalle autorità e soprattutto RESTANDO A CASA e limitando allo stretto indispensabile ogni spostamento.

SOMS Insieme e tutte le Società aderenti colgono l’occasione per ringraziare la Croce Rossa di Tortona per le informazioni e la collaborazione offerta. Per il lavoro svolto in questi giorni … non ci sono parole!

  • Daniele Massazza

Prestazioni Ospedale Tortona

CONDIVIDIAMO LA COMUNICAZIONE DAL SITO ASL/AL SULLE PRESTAZIONI ALL’OSPEDALE DI TORTONA

Tortona: ecco quali sono le prestazioni offerte dall’Ospedale e dal Distretto, oltre il COVID HOSPITAL

Degenza dedicata ai pazienti affetti da coronavirus ma anche attività ambulatoriale urgente

TORTONA – Si sta riorganizzando progressivamente l’attività dell’ospedale SS Antonio e Margherita, dopo che la Regione Piemonte lo ha destinato ad essere il primo COVID HOSPITAL piemontese, cioè presidio per il ricovero di soli pazienti affetti da coronavirus.I posti letto sono ripartiti tra Rianimazione -10 cui si aggiungeranno altri 2,20 di terapia intensiva, 21 letti a bassa intensità di cura per i pazienti meno gravi nei locali della ex Ortopedia, 39 posti tra Medicina 1 e Medicina 2, e 19 saranno resi disponibili nel reparto di riabilitazione.
Chi è attualmente ricoverato, affetto da Covid 19, non può ricevere visite dai parenti ma può ricevere indumenti e quanto necessario durante la degenza attraverso la consegna dei pacchi in apposite postazioni al Punto Informativo – URP aperto nei locali ex laboratorio analisi, di fianco all’ingresso carraio, nella fascia oraria 12.00 – 15.00.

Ma oltre all’attività di ricovero, in ospedale funzionano alcuni dei servizi sanitari ambulatoriali, anche se con limitazioni.

Prestazioni ambulatoriali
Le prestazioni ambulatoriali (visite e diagnostica come radiografie, ecografie, ecc.) prenotate con indicazione di priorità di classe D “differibile” e P “programmabile” sono sospese, mentre quelle di classe U “urgente” e B “breve” sono garantite ma con modalità di accesso diverse a seconda del tipo di esame.
Chi avesse prenotazioni in classe D e P non deve presentarsi in ambulatorio,e tutti i prenotati sarannocontattati telefonicamente dal personale ASL.

Radiologia
Il servizio didiagnostica radiologica è attualmente attivo solo per i ricoverati presso il COVID HOSPITAL. Non si effettuano altre attività. Tutte le prestazioni ambulatoriali di classe “U” e “B” vengono dirottate sull’ospedale di Novi Ligure.

Interventi chirurgici
Gli interventi chirurgici su pazienti oncologici (mammella, colon e retto) continuano, con l’equipe di Tortona diretta dal dottor Luca Lenti, nelle sale operatorie dell’ospedale di Novi Ligure.

Ambulatorio di Chirurgia
Dal 16/03/20 sarà attivo un ambulatorio di visite chirurgiche, le prestazioni erogate sono “prima visita chirurgica” e “prima visita chirurgia seno”, per le pazienti della BREAST UNIT.
Aquesto ambulatorio possono accedere esclusivamente pazienti oncologici o con sospetto, ed è possibile prenotare solo le impegnative che riportano come classe di priorità U e B.
L’ambulatorio sarà aperto il martedì e prevedrà l’accesso dall’entrata carraia ai soli pazienti prenotati, identificati dal personale di vigilanza.

Day Hospital Oncologico
Le chemioterapie vengono effettuate regolarmente.
Si effettuano solo visite CAS e rivalutazioni.
I follow up vengono gestiti telefonicamente.
L’accesso deve essere effettuato dalla vecchia portineriain piazza Cavallotti, ed è consentito ai soli pazienti,senza accompagnatori, già precedentemente contattati dal personale di reparto ed identificati dal personale di vigilanza.
Per informazioni è possibile telefonare ai numeri
0131 865604 – 0131865603 – 0131865440 – 0131865279

Centro Trasfusionale
Il centro trasfusionale dell’Ospedale di Tortona effettuatrasfusioni, salassi, visite trasfusionali e visite del centro emostasi e trombosi  su prescrizione con classe di priorità “U” e “B”.
L’orarioè quello normale, 10.30 – 15.00 da lunedì a venerdì.
Per informazioni si può contattareil numero: 0131 865327 e il 3383491246.
L’accesso deve essere effettuatoda via Sada con

  • Pass per chi è già registrato
  • Impegnativa classe “U” e “B”
  • Prescrizione rossa del centro trasfusionale

Servizio Dialisi
Il servizio di dialisi non si è mai interrotto dall’inizio dell’emergenza. I pazienti esterni, senza sintomiarrivano dal domicilio con l’ambulanza. Da subito i pazienti sintomatici (tosse e/o febbre)sono stati ricoverati, isolati e sottoposti a tampone. I pazienti positivi vengono dializzati a parte (inizialmente in turno notturno, ora pomeridiano), in turno dedicato, con personale dedicato e sanificazione immediatamente successiva.
Tutte le visite sono sospese tranne quelle con classe di priorità “U” e “B”.I nefrologi sono disponibili al confronto telefonico con i medici di famiglia sulle problematiche dei singoli pazienti in carico.

Servizio di farmacia
Il servizio di farmacia per la distribuzione diretta di farmaci esclusivi è funzionante nel normale orario (9.00-13.00, da lunedì a venerdì) con alcune restrizioni all’accesso.
Si accede da via Sada,possibilmente con piano di terapia (se non se ne è in possesso è possibile far contattare il personale di farmacia). E’ consentito l’accesso ad un unico utente alla volta e va mantenuta una distanza di almeno 1 metro dall’operatore. Per informazioni si può telefonare al numero 0131865507.

Riabilitazione
Le visite presso l’ambulatorio di Riabilitazione sono sospese, tranne quelle con classe di priorità “B” per post-acuti, che si possono effettuare in tutte le altre sedi dell’ASL AL.
Altre prestazioni ambulatoriali vengono erogate presso la sede del distretto in via Milazzo.

Esami e prestazioni attive presso il Distretto di Tortonain via Milazzo

Terapia Anticoagulante Orale
Al Distretto di Tortona (piano terra) si effettuano gli esami ematochimici (ospedalieri)-TAO dalle ore 08.00 alle ore 10.30 dal lunedì al venerdì con ritiro referti dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 15.00.

Referti radiologici e holter
I referti radiologici e gli holter si ritirano al piano terra del distretto tutti i giorni dalle 11.00 alle 15.00

Ambulatorio infermieristico e vulnologia
Al distretto è regolarmente in funzione l’ambulatorio infermieristico, il servizio vaccinazioni e tutte le prestazioni prenotate di classe “U” e di classe“B”, oltre all’esecuzione dei prelievi di sangue.
Lavorano anche l’ambulatorio infermieristico di vulnologia e quello medico vulnologico il lunedi (8.00-13.00), il mercoledì (8.00-16.30) e il giovedì (8.00- 16.30)

Medicina sportiva
E’ sospesa l’attività di Medicina Sportiva.

Screening
L’attività di screening è sospesa.

Rilascio/rinnovo patenti
Sono aperte le prenotazioni per le visite di rilascio o rinnovo della patente di guida, con orari invariati.

Servizi Amministrativi Distretto di Tortona
La segreteria della Direzione di Distretto è contattabile per informazioni al numero tel. 0131 865215 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 – 12,00.

Ufficio Assistenza Protesica
Orario di apertura: lunedì e giovedì ore 8,30 – 10,30 per protesi ed ausili
martedì 8,30 – 10,30 per stomie, cateteri ed alimenti aproteici, le cui richieste potranno essere inoltrate anche telefonicamente e successivamente inviate via mail alle farmacie indicate.
Per informazioni tel. 0131 865692 – 0131 865495 – 0131865843 oppure inviare mail a: protesica.distretto.nt@aslal.it

Sportello Unico
L’attività di front-office è temporaneamente sospesa.
Per informazioni tel. 0131 865841 dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 11,30 oppure inviare una mail a: sportellounico.tortona@aslal.it
Le visite di valutazione delle commissioni U.V.G. e U.M.V.D. sono sospese fino al 03.04.2020.

Ufficio Assistenza Integrativa
Il ritiro dei materiali ordinati è possibileprevio appuntamento telefonico dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 (tel. 0131 865860).
Per la trasmissione dei piani terapeutici si raccomanda di utilizzare la mail: distretto.novitortona@aslal.itcosì come per ordini di materiali.

Casa della Salute di Castelnuovo
Presso la Casa della Salute di Castelnuovo sono garantiti gli esami ematochimici così come negli ambulatori periferici ad essa afferente, l’ambulatorio infermieristico e tutte le prestazioni di classe “U” e “B”.
L’Ambulatorio medico vulnologico sarà operativo il lunedì dalle 14.00 alle 17.00.
Sono sospese le spirometrie e lo screening sulle feci.
Continua normalmente l’attività vaccinale.

Ultimo aggiornamento: 13/03/20