Che fine ha fatto “HELP DONNA”?

Fin dall’apertura del nostro sito, tra i link presentati nella pagina dedicata al Mutuo Soccorso 2.0, avevamo inserito il servizio offerto dalla Regione Piemonte “Help Donna”, un servizio di teleassistenza su cellulare per le donne sopra i 18 anni residenti in Piemonte.
Un modo facile e sicuro, attivo 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno, per far intervenire rapidamente amici o parenti e, in caso di bisogno, le forze dell’ordine. Un servizio, come detto, garantito dalla Regione Piemonte, gratuito, adatto a qualunque modello di cellulare e gestore, con carta sim attiva e chiamata rapida. Per informazioni e per attivare il servizio (gratuito) era sufficiente visitare il sito: http://www.helpdonna.net/ e seguire le istruzioni.
Ieri, vista l’odierna ricorrenza, avevamo pensato di dedicare un post proprio a questo servizio in modo da pubblicizzarlo ulteriormente anche nella nostra zona.
Purtroppo, la pagina di helpdonna.net non risulta essere disponibile (non sappiamo da quanto tempo, nè per quale motivo).
E, allo stesso modo, non è più disponibile nemmeno la pagina con lo stesso tipo di servizio dedicata alle emergenze degli “over 65” (smshelp.it).
Certo che non è stata una bella scoperta! Il servizio, fino all’8 marzo scorso, era pubblicizzato da siti e giornali piemontesi e oggi sembra essere scomparso. Sinceramente, ci saremmo aspettati un allargamento del servizio che coinvolgesse anche le “under 18” e invece…
Chissà se qualcuno in Regione Piemonte potrà darci una spiegazione del perchè il servizio di teleassistenza dedicato alle donne in difficoltà fa acqua proprio il 25 novembre?

– Daniele Massazza

Annunci

Terzo Rapporto sul Secondo Welfare in Italia

Segnaliamo che sulle pagine di Secondowelfare.it è disponibile il download per il Terzo Rapporto sul Secondo Welfare in Italia.

Questi di seguito i contenuti:

INDICE

    • Introduzione di Maurizio Ferrera
    • Parte prima – SECONDO WELFARE E INNOVAZIONE SOCIALE: A CHE PUNTO SIAMO?
    • Secondo welfare e innovazione sociale in Europa: alla ricerca di un nesso di Franca Maino
    • Le Youth Bank e le sfide dell’empowerment giovanile di Rosangela Lodigiani e Patrik Vesan
    • Parte seconda – IL SECONDO WELFARE NEL DECENNIO DELLA CRISI
    • Il mondo assicurativo. Prestazioni, sinergie e prospettive in un’ottica di secondo welfare di Elena Barazzetta
    • Welfare aziendale e provider prima e dopo le Leggi di Stabilità di Valentino Santoni
    • Bilateralità, settori e territori: diversi modelli di solidarietà a confronto di Federico Razetti e Francesca Tomatis
    • Le Fondazioni di impresa di fronte ad un Welfare State in trasformazione di Chiara Lodi Rizzini e Eleonora Noia
    • Secondo welfare e lotta alla povertà. Un’arena sempre più articolata di Chiara Agostini
    • Il contributo delle Fondazioni di origine bancaria al contrasto alla povertà di Chiara Agostini e Elisabetta Cibinel
    • Il ruolo delle Fondazioni di comunità per l’infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno di Lorenzo Bandera
    • Come affrontare le sfide della disabilità: la Legge 112/2016 e le Fondazioni di partecipazione per il “durante e dopo di noi” di Paolo Pantrini e Franca Maino
    • Parte terza – LE PROSPETTIVE
    • Riflessioni conclusive. Il secondo welfare oltre la crisi: segnali di radicamento e di cambiamento sistemico di Franca Maino e Maurizio Ferrera

    – Daniele Massazza

Comunicazione alle Società: riforma terzo settore

Alle Società di Mutuo Soccorso aderenti a SOMS Insieme

Allo scopo di continuare a mantenervi aggiornati (per quanto ci è possibile) su quanto accade intorno alla Riforma del Terzo Settore, vi ricordiamo che vi è stata inviata la circolare emanata dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC). Una lettura, anche solo per avere conferma di alcune interpretazioni, può essere utile.
La circolare, come tutta la documentazione riguardante la normativa sulle Società di Mutuo Soccorso, sarà prossimamente salvata e resa disponibile nella sezione “Servizi alle Società”.
Nella stessa sezione, nei prossimi giorni, sarà messa a disposizione delle Società aderenti anche la raccolta delle Analisi e Commenti sul nuovo Codice del Terzo Settore (fonte Agenzia delle Entrate).

  • Daniele Massazza

P.S. Si ricorda che per l’accesso alla sezione “Servizi alle Società” è necessaria la password inviata via mail. Nel caso di smarrimento … basta una richiesta via mail…

Decreti e Mutuo Soccorso

Procede la produzione di decreti in conseguenza dell’entrata in vigore del “Codice del Terzo Settore” (decreto legislativo 3 luglio 2017 n. 117).

Società mutuo soccorso – Decreto del 10 ottobre 2017
Modifiche al decreto 6 marzo 2013, in materia di “Iscrizione delle società di mutuo soccorso nella sezione del registro delle imprese relativa alla imprese sociali e nella apposita sezione dell’albo delle società cooperative”
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 novembre 2017 il Decreto 10 ottobre 2017 del MISE che apporta modifiche al decreto 6 marzo 2013, in materia di “Iscrizione delle società di mutuo soccorso nella sezione del registro delle imprese relativa alla imprese sociali e nella apposita sezione dell’albo delle società cooperative”.
Si tratta di modifiche divenute necessarie in seguito all’entrata in vigore delle norme di modifica del Codice del Terzo settore (tra cui l’art. 44, co. 2 del d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117 per cui non sono soggette all’obbligo di iscrizione nella sezione delle imprese sociali presso il registro delle imprese le società di mutuo soccorso che hanno un versamento annuo di contributi associativi non superiore a 50mila euro e che non gestiscono fondi sanitari integrativi).
Il decreto è entrato in vigore il 3 novembre scorso.