Sarezzano: apre il sesto Centro di prestito ausili e dispostivi medici

Nonostante il perdurare dell’emergenza COVID, i problemi legati all’età o alle disabilità più o meno temporanee dovute ad altre patologie, purtroppo, non si fermano. Allo stesso modo, anche la necessità di ausili e dispositivi medici, magari disponibili gratuitamente ed in tempi rapidi, rimane per molti un’esigenza pressante che non sempre il SSN riesce a soddisfare pienamente.

Ormai da alcuni anni, SOMS Insieme e le Società di Mutuo Soccorso aderenti hanno avviato presso le proprie sedi un’attività di prestito ai soci che riguarda proprio questo tipo di prodotti: carrozzine, deambulatori, letti ospedalieri, materassi anti-decubito e altri ausili e dispositivi  sono stati acquistati o raccolti, grazie alla disponibilità di privati ed aziende del settore, per creare una serie di Centri che hanno lo scopo di intervenire a sostegno degli associati qualora i tempi o le disponibilità del SSN non fossero in linea con le loro esigenze.

Nello scorso mese di settembre, grazie alla sensibilità dimostrata dalla famiglia Segantin di Milano e al lavoro dei nostri volontari, l’offerta della strumentazione disponibile è stata notevolmente arricchita con la donazione di un set composto da carrozzina, deambulatore, bastoni a tripode e, soprattutto, da una carrozzina, un letto ospedaliero ed un sollevatore elettrici.

gemini-500-N515-150-made-italy

Questi ultimi arrivi, oltre ad un potenziamento di alcuni dei Centri già attivi, hanno permesso l’apertura del sesto “Centro di prestito ausili e dispositivi medici” presso la sede della Società di Mutuo Soccorso “Il Progresso” di Sarezzano che, grazie ai suoi volontari e ai membri del Consiglio Direttivo, ne gestirà l’attività e le sinergie con i Centri attivi presso le altre SOMS. In attesa della prossima riorganizzazione, programmata per il mese di ottobre, i responsabili della Società di Sarezzano hanno preso in carico un tripode, una sedia con comoda, un deambulatore da esterno con seduta, una carrozzina standard ed una carrozzina con motorizzazione elettrica. I soci della SOMS potranno rivolgersi ai propri referenti identificati dal Consiglio Direttivo per avere tutte le indicazioni al riguardo

SOMS Insieme per l’Ospedale di Tortona

Avevamo cominciato con una chiacchierata con il vicesindaco Fabio Morreale, seguita da un primo incontro con il dott. Carlo Brugnadelli della Pneumologia dell’Ospedale di Tortona.

Poi, dopo un certo numero di mail e di moduli compilati per confermare che “l’ASSOCIAZIONE SOMS INSIEME, nella persona del Presidente sig. Massazza Daniele, ha comunicato la disponibilità alla donazione, a puro titolo di liberalità, di n. 1 SPIROMETRO … … da destinare alla STRUTTURA AMBULATORIALE di PNEUMOLOGIA (Dipartimento Strutturale Medico) del Presidio Ospedaliero di TORTONA ...”, agli inizi di febbraio ci è arrivata questa comunicazione.

Così, mercoledì 17 febbraio, abbiamo portato in ospedale il nostro spirometro, insieme con il dott. Brugnadelli e con i tecnici incaricati dall’ASL l’abbiamo installato e collaudato e, finalmente, l’abbiamo definitivamente consegnato a quello che continuiamo a sperare resti il NOSTRO Ospedale.

Il merito, come sempre, va alle Società di Mutuo Soccorso di Carbonara Scrivia, Castellar Ponzano, Carezzano, Sarezzano, Vhò, Villaromagnano e Viguzzolo, senza le quali non ci sarebbe SOMS Insieme.

– Daniele Massazza

Novità per le SOMS

A quanto pare l’anno 2021 è iniziato per noi con buoni auspici.

Il Decreto Milleproroghe n. 183 del 31 dicembre 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale allegata, all‘art. 11 così recita: <<(Proroga di termini in materia di competenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) – 1. All’articolo 43, comma 1, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n.117, le parole “nei successivi tre anni da tale data” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 31 dicembre 2021”.>>

Il che sta a significare che, in accoglimento dell’istanza presentata da AISMS, il legislatore ha prorogato al 31 dicembre del corrente anno il termine del 3 agosto 2020 per l’eventuale trasformazione di una Società di mutuo soccorso in Associazione di promozione sociale o in altro tipo di ente del Terzo settore, senza obbligo di devoluzione del patrimonio.

Ora, con l’aiuto di tutti, puntiamo alla revisione della Legge 3818/1886 riformata, all’estensione delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie anche alle Società di mutuo soccorso e a far sì che un rappresentante AISMS sia chiamato a far parte del Consiglio nazionale del Terzo settore.

AAA Cercasi

Sappiamo che, almeno per chi va in isolamento fiduciario causa contatto diretto con persone la cui positività al Covid-19 è stata accertata, per i cosiddetti asintomatici, per chi fatica a negativizzarsi e ha già effettuato due/tre tamponi, non è così semplice e rapido fare un tampone di controllo.

E sappiamo che, molto spesso, non è poi così economico.

Però sappiamo anche che, più tamponi si fanno, più è facile individuare ed isolare le persone positive al virus e che possono trasmetterlo ad altri.

Abbiamo a disposizione delle sedi adeguate e sanificate.

Possiamo dotarci rapidamente dei Dispositivi di Protezione Individuale necessari.

Possiamo dotarci altrettanto rapidamente del materiale necessario ad eseguire tamponi rapidi e/o test sierologici.

Abbiamo modo di far effettuare il training obbligatorio al personale che si rendesse disponibile (e qui non posso che ringraziare la drs. Liotti del Comune di Tortona per il suo interessamento presso l’ASL).

Detto ciò, ci piacerebbe dare la possibilità ai nostri associati (ma, come sempre, non solo) di poter fare un tampone rapido o un test sierologico in modo gratuito o, se ciò non fosse possibile, a fronte di un contributo minimo.

Al momento, però, non possiamo farlo perchè ci manca il personale medico e/o infermieristico che sia autorizzato a svolgere tale attività e quindi …

A.A.A. CERCASI medico o infermiere, magari anche pensionato, disposto a prestare (ma anche a regalare va benissimo, anzi…) qualche ora del proprio tempo per l’esecuzione di tamponi rapidi COVID-19.

Chiunque può darci indicazioni o sia interessato può contattarci su soms.insieme@gmail.com o lasciando un commento a questo post.

Grazie

SOMS Insieme