Da Cittadinanzattiva Tortona

Abbiamo ricevuto da CITTADINANZATTIVA Tortona il presente comunicato stampa. Ritenendo che la situazione della Sanità regionale e locale sia di particolare interesse anche per le Società di Mutuo Soccorso che sul territorio operano seriamente, siamo felici di dargli lo spazio che merita.

VERSO QUALE SANITA’. ORIENTAMENTI E SCELTE PER IL NOSTRO TERRITORIO E NON SOLO.
CITTADINANZATTIVA di Tortona organizza un incontro aperto ai cittadini sulla sanità territoriale, con particolare riferimento alle scelte ed alle strategie che la Regione Piemonte intende mettere in atto, e che, inevitabilmente, avranno implicazioni anche sulla Sanità locale.
L’incontro che avrà luogo giovedì 24 maggio alle ore 18 presso la  Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, avrà come relatori il Consigliere Regionale Domenico Ravetti, già presidente della Commissione Sanità in Regione Piemonte, l’ing. Elena Marchelli Consigliere comunale nel Comune di Ovada e profonda conoscitrice dei numeri legati alla sanità provinciale e regionale, nonché l’assessore Lorenzo Bianchi del Comune di Tortona.
L’elenco si completa con la presenza del Dott. Antonio Saitta, assessore alla sanità della Regione Piemonte, al quale, oltre alla presentazione del Piano delle Cronicità sarà affidato il compito delle considerazioni finali, dalle quali certamente ci sarà modo di cogliere aspetti per il futuro della nostra Sanità.
La presenza di relatori esperti e qualificati è garanzia per un incontro interessante e ricco di stimoli che Cittadinanzattiva, si augura anche ricco di partecipazione.

PROGRAMMA

  • DOMENICO RAVETTI, Consigliere Regionale Sanità Regione Piemonte: “Una nuova visione della Sanità Nazionale e territoriale”
  • ELENA MARCHELLI, Ingegnere Biomedico Consigliere Comunale Comune di Ovada: “Cosa ci dicono i numeri : come le analisi portano alle decisioni”
  • LORENZO BIANCHI, Assessore alla Sanità e Politiche Sociali Comune di Tortona: “Bisogni e criticità di un territorio che cambia”
  • ANTONIO SAITTA, Assessore Regionale alla Sanità: “Il piano della cronicità” e considerazioni finali.

– Daniele Massazza

Annunci

Un pomeriggio per Michael

Michael è un bambino di 10 anni.
Michael è affetto da una malattia genetica rara ancora in corso di accertamenti.
Micheal ha un corpicino paralizzzato, violato dalle ferite necessarie della tracheostomia e della nutrizione enterale, martoriato dalla scoliosi e da importanti retrazioni che continuano a peggiorare.
Michael, però, ha anche Daniela, la sua mamma, una di quelle mamme che non mollano mai.
Noi l’abbiamo conosciuta per via di un casuale contiguità di articoli sulle pagine de “La Stampa”: da un lato noi, che annunciavamo l’apertura del Centro prestito ausili e dispositivi medici di Carezzano; dall’altro Daniela, che aveva avviato una raccolta fondi su Facebook per pagare più ore di fisioterapia al suo Michael.
Una settimana dopo, la Società di Mutuo Soccorso di Vho ha accolto Daniela e Michael tra i suoi soci e così anche noi di SOMS Insieme abbiamo potuto cominciare, nel nostro piccolo, a renderci utili.
Anche gli amici della la sezione UNICEF di Tortona hanno deciso di dare una mano a Daniela e al suo bambino.

Come potete vedere si tratta di un Torneo di Burraco a coppie che si terrà domenica pomeriggio a partire dalle 15.00 presso la sede della Società di Mutuo Soccorso di Tortona. Per iscriversi, è possibile contattare uno dei numeri che compaiono nella locandina e che fanno riferimento agli amici dell’UNICEF di Tortona, a SOMS Insieme e alla SOMS Vhoese e che ripetiamo qui di seguito

347-2711084;  328-4125049; 338-5816741

Il costo di iscrizione è di 15,00 € a persona e TUTTO IL RICAVATO sarà consegnato alla presidente della SOMS Vhoese Marina Torriglia con SPECIFICA destinazione d’uso a favore di Michael.

Detto ciò, volete aiutarci a riempire le sale della SOMS per passare un pomeriggio in compagnia a giocare a carte e, allo stesso tempo, fare qualcosa di bello per Michael?

Un grazie in anticipo a chi ci sarà o ci farà sentire la sua presenza!

– Daniele Massazza

Un giro a ExpoSanità …

Ogni due anni torna a Bologna ExpoSanità, il principale evento internazionale in Italia dedicato alla sanità e all’assistenza. Come già per la scorsa edizione, anche quest’anno abbiamo colto l’occasione per una visita, sempre molto utile per mantenere un minimo di aggiornamento sulle novità in uscita nel mondo dell’assistenza medico-sanitaria e anche per un confronto con altre realtà del volontariato diverse dalle Società di Mutuo Soccorso.

A partire da oggi e nei prossimi giorni dedicheremo alcuni post alle novità e alle curiosità presentate, concentrandoci naturalmente sulle notizie di maggior interesse per le nostre Società e per i loro associati. Qualcuno, forse, si sorprenderà a non trovare informazioni sullo straordinario “robot-paziente” SimMan 3g presentato dalla Laerdal ma, a volte, nella vita di tutti giorni, può essere più importante far conoscere un servizio come quello realizzato da INAIL con SuperAbile, un “Contact Center Integrato” tutto dedicato alle tematiche della disabilità (domotica, ausili, normative, viaggi…). SuperAbile è costituito principalmente da un portale di informazione e di documentazione aggiornato quotidianamente, da un Magazine mensile disponibile in formato cartaceo e on-line e da un servizio gratuito di consulenza telefonica (800.810.810 superabile@inail.it) in funzione tutti i giorni feriali, dal Lunedì al Venerdì (dalle 9.00 alle 19.00) e il Sabato (dalle 9,00 alle 13,00).

Tra le migliaia di dispositivi e di ausili presentati a Bologna alcuni ci hanno particolarmente colpito anche per l’interesse che potrebbero rivestire per una Società di Mutuo Soccorso impegnata a supportare i propri associati in caso di necessità.

Il primo è l’elettrocardiografo ideato, progettato e realizzato da D-Heart, una giovane azienda genovese a vocazione sociale di cui abbiamo fatto la conoscenza nei mesi scorsi e di cui parleremo più approfonditamente nei prossimi giorni.

Altrettanto rivoluzionario il dispositivo che ci ha presentato Rotem Geslevich, una delle responsabili della israeliana OrCam Techonology. Si tratta di un sistema di visione assistita per aiutare non vedenti e ipovedenti nelle loro attività, così da offrire loro una maggior indipendenza nella vita di tutti i giorni. OrCam My Eye 2.0, questo il nome del dispositivo, è uno strumento all’apparenza molto semplice, delle dimensioni di un mignolo e con un peso di 22,5 gr., studiato per poter essere montato su un qualsiasi paio di occhiali attraverso semplici calamite. E’ composto da una micro telecamera, HD incaricata di riprendere tutte una serie di informazioni visuali quali, ad esempio, testi, codici a barre, segnali stradali, e da un mini altoparlante, attraverso cui le informazioni registrate e tradotte in parole vengono riferite in modo discreto all’utente.


OrCam My Eye 2.0 può leggere qualsiasi tipo di testo stampato o su schermo, identificare simboli o colori, ma anche memorizzare fino a 100 volti, così da informare immediatamente l’utilizzatore di chi ha di fronte. Inoltre, può memorizzare prodotti, leggere codici a barre, riconoscere banconote o i gesti delle persone.
Scopo di questo dispositivo è dunque quello di aiutare le persone non vedenti o ipovedenti nello svolgimento delle loro attività quotidiane, riconoscendo rapidamente familiari e amici e affrontando senza problemi situazioni che per molti potrebbero non essere così banali, come sapere l’ora, ordinare al ristorante e leggere un giornale.

 

– Daniele Massazza

L’ex CT Ventura alla Società di Sarezzano

Martedi 30 gennaio, ore 21.15, presso il salone della Società di Mutuo Soccorso “Il Progresso” di Sarezzano, si terrà la IV edizione del premio “Sarezzanese Illustre”. A ritirare il riconoscimento sarà l’ex commissario tecnico della nazionale di calcio Gian Piero Ventura.
L’ex CT, per accordi contrattuali con la Federazione, non potrà parlare dell’eliminazione degli azzurri dal prossimo Mondiale di Russia ma gli organizzatori hanno spiegato che il loro interesse non va al personaggio ma all’uomo e, in particolare, suo al legame con il territorio.
La scelta del momento potrà sembrare poco appropriata ma, secondo noi, particolarmente apprezzabile: senza dubbio, Ventura è una persona che allo sport ha dato molto ed è bello che ciò venga riconosciuto, a prescindere dal momento più o meno felice della sua carriera.

– Daniele Massazza