Carl Warner: l’Arcimboldo nel XXI secolo

Dopo il post di aprile su Arie van’t Riet, torniamo a parlare di arte. Questa volta, però, tanto per fare felici anche i più goliardi, ci avviciniamo ad uno degli momenti tradizionali del mondo delle SOMS: i pranzi sociali. Visto lo stretto rapporto che tradizionalmente lega le Società di Mutuo Soccorso alla tavola ed al buon cibo, per questa seconda, la scelta è caduta su Carl Warner, illustratore, fotografo e regista inglese davvero particolare.

La cosa migliore per conoscerlo è visitare la sua Home page e passare un paio d’ore tra le sue imperdibili gallerie o nelle sue sedute di preparazione per realizzare, ad esempio, la Grande muraglia cinese con blocchetti di ananas e carote, il Taj Mahal in cocco e cipolla, una piramide maia di peperoni… Intanto, godetevi i dettagli di questo mare di cavoli o di questo paesaggio toscano tutto salumi!

  • Daniele
Annunci

Arte ai raggi X: Arie van’t Riet

Nella storia del mutualismo italiano, la categoria degli artisti ha sempre garantito un’importante presenza tra le fila delle Società di Mutuo Soccorso. Certo, in molti casi, per artisti s’intendevano persone che si dedicavano ad un’arte o mestiere artigiano particolare. E’ sufficiente, però, sfogliare il censimento delle Società di Mutuo Soccorso del 1862 per trovare anche Società di musicisti (Lucca) o di attori di teatro (Milano).  E allora perchè, di tanto in tanto, non dedicare qualche post all’arte o a qualche in artista particolare?

I puristi del Mutuo Soccorso, quelli tutto supporto alla diagnostica e sostegno in malattia e infortunio, forse, storceranno un po’ il naso. Per tranquillizzarli, abbiamo deciso di dedicare questo primo post ad Arie van’t Riet, radiologo ed artista olandese. La sua capacità di unire arte e professione è davvero singolare e interessante. Potete giudicare direttamente attraverso alcuni dei suoi scatti.