Tortona


Società

  • Società Operaia di Mutuo Soccorso ed Istruzione: fondata nel luglio 1851 ma, di fatto, già operativa nello stesso mese dell’anno precedente (da notare la differenza nelle date di fondazione riportate, nelle immagini più sotto, relative allo Statuto e del Regolamento). E’ una delle più antiche Società di Mutuo Soccorso ancora attive in Italia. Il sodalizio muove i primi passi nel settembre 1850 e, nell’ottobre di quell’anno, risulta tra i promotori di un’aggregazione temporanea delle “Società di Mutuo Soccorso già costituite e di quelle che dovevano costituirsi nello Stato Sardo”. In realtà, l’adesione e la condivisione dell’accordo risulta controversa: stando a quanto riportato nella corrispondenza tra il presidente Franchini e la Società di Torino, pare che il rappresentante della Società di Novi Ligure, presente ad un precedente incontro anche per nome del sodalizio tortonese, avesse ecceduto nei termini del suo mandato e avesse autonomamente confermato il parere positivo dei colleghi tortonesi su tutti gli articoli.
    Nel 1853, la Società è tra le partecipanti al primo congresso delle associazioni operaie tenutosi ad Asti.
    A partire dal 1870, la Società Operaia di Tortona emette carta moneta in forma di buoni fiduciari da 3 lire e da 50 centesimi per un totale di 10.000 lire.
    Nel 1871 è tra le associazioni che compongono le Società Operaie Riunite del Circondario di Tortona e, nel 1873, è tra i promotori della “Banca dei Piccoli Prestiti e Cassa di Risparmio del Circondario di Tortona”, costituitasi nel febbraio 1874.
    Nel 1884, viene inaugurata la grande sede sociale di via Galileo Galilei.
    Fin dal 1853, l’istruzione è una tra le attività più importanti del sodalizio tortonese che, fino al 1932, rimane uno dei pilastri dello sviluppo culturale ed educativo della città: corsi di alfabetizzazione per adulti con oltre 700 partecipanti; i corsi professionali; la scuola di disegno; la scuola elementare che, nel 1869-70, arriva ad avere fino a 245 iscritti.
    Nel marzo 1893, la Società ottiene il riconoscimento giuridico dal Tribunale di Tortona.
    Nel 1926, entra a far parte dell’Ente Nazionale Fascista della Cooperazione e si fonde con la scuola professionale d’arte e mestieri. Dal 1927 al 1941, saranno ben sette le modifiche dello Statuto imposte dalla politica fascista che, in ultimo, trasforma la sua denominazione in Mutua Volontaria di Assistenza e Previdenza di Tortona, a cui possono accedere solo i soci di razza ariana.
    Nell’agosto 1946, con la fine del conflitto, è approvato il nuovo Statuto sociale e viene ristabilita la legalità istituzionale. Lentamente, l’attività mutualistica basata sull’assistenza sanitaria e previdenziale riprende ad essere il punto di forza della Società.
    Successivamente alle modifiche apportate alla legge 3818/1186, la Società si è iscritta nella sezione delle Imprese sociali della Camera di Commercio di Alessandria.
  • Società Cattolica di Mutuo Soccorso fra gli Operai “S. Marziano”: fondata nel 1884, durante l’episcopato di Mons. Capelli, è forse la prima Società Cattolica Operaia in Italia, nata sette anni prima della promulgazione della Rerum Novarum di Papa Leone XIII. La sua opera, favorita dall’ispirazione e dell’attivismo di personalità come quella del Vescovo di Tortona, Mons. Igino Bandi, è stata particolarmente significativa. Nel 1895, Mons. Bandi scrive: “Sarebbe nostro desiderio che in tutte le borgate e i villaggi più popolati di questa nostra dilettissima diocesi sorgessero e fossero istituite società operaie cattoliche.” Due anni dopo, redige e pubblica lo Statuto per le Società Operaie Cattoliche della Diocesi di Tortona. Alla fine dello stesso anno, la Società inaugura una nuova cooperativa di consumo. Tra i soci immaginiamo più attivi della “San Marziano” da ricordare l’allora chierico Luigi Orione.
  • Società Agricola: fondata nel 1889.
    A queste, stando a quanto riportato dalla Direzione Statistica del Ministero d’Agricoltura, Industria e Commercio nel suo Elenco delle Società di Mutuo Soccorso del 1898, sarebbe da aggiungere la Società di Mutuo Soccorso del Ricovero, fondata nel 1873 e indicata come ancora esistente nel gennaio 1895. I dati al riguardo, però, non sono concordi: Armando Bergaglio, in Società Operaia di Mutuo Soccorso ed Istruzione di Tortona: un grande passato alla ricerca del futuro, cita la documentazione presente nell’archivio storico della Società Operaia di Mutuo Soccorso ed Istruzione che indicherebbe il 1876 come data di istituzione e il 1892 come data di scioglimento ed incorporazione nel sodalizio maggiore tortonese.

    Galleria

    Bandiera storica della Società di Mutuo Soccorso ed Istruzione di Tortona.

     

    1872: Manifesto della Società di Mutuo Soccorso con l’avviso per le iscrizioni all’attività scolastica.

    1870: 50 Centesimi emessi dalla Società degli Operai di Tortona.

    1850: “Storia delle società di mutuo soccorso d’Europa …”, vol. II, di G. Beccaria. L’aggregazione temporanea delle S.M.S. del Regno di Sardegna.

    1853: le Società intervenute al primo congresso delle associazioni operaie tenutosi ad Asti.

    1877: “Atti del Congresso Nazionale per le Società di Mutuo Soccorso Italiane”, telegramma inviato dal presidente Rognini.

    1877: la Società Operaia di Tortona secondo “Del Mutuo Soccorso tra le classi lavoratrici in Italia” di C. Revel.

    Mons. Igino Bandi, vescovo di Tortona dal 1890 al 1914; fu strenuo sostenitore dell’Opera dei Congressi e appoggiò la creazione di scuole e società cattoliche di mutuo soccorso e della Cassa di Risparmio di Tortona; nel 1896, fondò il settimanale diocesano Il Popolo.

    11 gennaio 1899: Tortona, cortile del Collegio Santa chiara. Don Luigi Orione tra il suo Vescovo, mons. Igino Bandi (alla sua destra) e il  Vescovo di Vigevano, mons. Pietro Berruti.

    Nastro della Società di Mutuo Soccorso del Ricovero, fondata nel 1873.

ultimo aggiornamento 24 gennaio 2020